MERDA AL POSTO DELL’OLIO DI OLIVA? ECCO I 7 “GRANDI MARCHI” SOTTO INCHIESTA A TORINO

L’olio d’oliva spacciato per extravergine da 7 grandi marchi, alcuni recentemente acquisiti da gruppi stranieri. A scoprire il raggiro sono stati i carabinieri del Nas di Torino dopo le verifiche partite a seguito di una segnalazione di una rivista di consumatori alla procura torinese. Secondo le analisi eseguite a campione dai laboratori dell’agenzia delle Dogane e dei Monopoli su oli di note marche, il prodotto non era extravergine come invece pubblicizzato sulla bottiglia. Per questo il pm Raffaele Guariniello ha iscritto nel registro degli indagati una decina di rappresentanti legali di varie aziende per frode in commercio. Il magistrato ha anche informato il ministero delle politiche agricole. Nel mirino sono finite CarapelliBertolliSassoCoricelliSanta Sabina,Prima Donna e Antica Badia.

GIA’ UN ANNO FA QUALCUNO RACCONTO’ LA VERITA’ IN MERITO (VIDEO)

LA DENUNCIA DI COLDIRETTI 

A favorire le frodi è certamente il record di importazioni con l’arrivo dall’estero nel 2014 di ben 666mila tonnellate di olio di oliva e sansa, con un aumento del 38% rispetto all’anno precedente. È quanto afferma la Coldiretti nel commentare l’indagine torinese: “Occorre fare al più presto luce per difendere un settore strategico del Made in Italy con l’Italia che – sottolinea la Coldiretti – è il secondo produttore mondiale di olio di oliva dopo la Spagna con circa 250 milioni di piante su 1,2 milioni, con un fatturato del settore è stimato in 2 miliardi di euro con un impiego di manodopera per 50 milioni di giornate lavorative”. L’Italia, continua Coldiretti, è però anche “il primo importatore mondiale di oli di oliva che vengono spesso mescolati con quelli nazionali per acquisire, con le immagini in etichetta e sotto la copertura di marchi storici, magari ceduti all’estero, una parvenza di italianità da sfruttare sui mercati nazionali ed esteri. Un comportamento che favorisce le frodi che vanno combattute anche con l’applicazione della disciplina del settore”.

Potrebbero interessarti anche...

Una risposta

  1. Serena ha detto:

    Olio falso, uova ritirate, tonno al veleno.. Ed altro ancora.. Mangiamo meno dagli scaffali è più dalla Terra.. Andiamo al frantoio per l’olio extra e compriamolopevtutto l’anno.. Risparmiamo e mangiamo di qualità.. E le uova che ci fanno credere controllate perché hanno il bollo, la data.. Compriamo le dal contadino che ha le galline!! E via dicendo!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *